Dopo aver scoperto come Google interpreta l’arte , la verticale Cultural Institute agguiunge un nuovo contenuto dedicato al Made in Italy.

Ma vediamo nel dettaglio cos’è il Cultural Institute. E’ una piattaforma dedicata a progetti tematici dove le informazioni sono organizzate in mostre che rendono il portale una sorta di museo digitale.

Le mostre disponibili sono diverse: si va dalla Storia dell’Olocausto alla nascita della cortina di ferro. La pubblicazione di nuovi progetti è legata molto alle statistiche sulle ricerche organiche fatte su Google search. Possiamo quindi essere molto orgogliosi che in tutto il mondo la keyphrase “MAde in Italy” è ancora molto ricercata.

L’Italia e i suoi prodotti sono apprezzati in tutto il mondo, Google ne celebra l’importanza.

Ma Torniano all’ applicazione che Google ha reso speciale includendo funzioni di condivisione (google+), geolocalizzazione (google maps e street view). Interazioni che permettono agli utenti di creare gallerie personali sfruttando le potenzialità dei servizi Google.

Potresti essere interessato anche a

Nicola Toralbo
Digital Dew è un blog di Nicola Toralbo. I suoi post esplorano la progettazione e lo sviluppo del web moderno attraverso foto e citazioni di architetti, ingegneri e creativi influenti.